Diventare social media manager freelance: quanto costa?


Nell'ultimo anno ho ricevuto moltissime domande sul mio lavoro di Pinterest Virtual Assistant (Pinterest VA, qui alcuni articoli utili se ti interessa lavorare con Pinterest) che in altre parole si potrebbe definire come una social media manager esperta in Pinterest Marketing. Una delle più frequenti è: quanto costa diventare social media manager?




Se stai pensando di iniziare a lavorare come freelancer, social media manager o Pinterest VA immagino che una delle domande a cui vorresti una risposta è proprio quanto cosa avviare un'attività come social media manager?

In questo articolo riassumo i costi che ho affrontato durante i primi sei mesi di attività circa per darti un'idea di che cosa ti aspetta.

Li trovi suddivisi in quattro voci principali: formazione, p.iva, attrezzi del mestiere e abbonamenti.


Formazione: studiare da social media manager.

La formazione costituirà una voce costante nelle tue spese se vuoi essere sempre aggiornata e battere i competitor sul tempo.

Si può diventare social media manager senza laurea (ma se ce l'hai Great!) né aver frequentato costosissimi master online ma una buona base di conoscenze da qualche parte deve arrivare. Puoi seguire ottimi corsi online per social media manager più o meno impegnativi (ne trovi da 50 Euro come da 500 e oltre) e leggere libri di social media marketing (io amo i libri ma bisogna ammettere che nel settore digitale è facile che un libro diventi presto obsoleto) o magari invece hai un'esperienza significativa su uno o più canali social su cui sei presente da anni e su cui hai raggiunto risultati importanti e metterli a frutto offrendo il tuo aiuto per aiutare gli altri a fare lo stesso.

Personalmente sono su Pinterest da circa un decennio ma quando ho deciso di puntare tutto sulla piattaforma e farne una professione aprendo partita iva nel 2020 mi sono iscritta anche a una masterclass americana per avere un quadro migliore di ciò che succedeva su Pinterest a livello globale e come veniva usato dai professionisti del settore in un mercato all'avanguardia sui trend social. Non avevo un budget appositamente risparmiato per avviare l'attività, ho speso 500 Euro pagando a rate.

La formazione aggiornata è fondamentale in questo settore quindi è molto probabile che dovrai periodicamente seguire corsi, webinar o affidarti alla consulenza di un professionista. Non sono costi fissi con scadenze per cui se un mese non riesci puoi sempre rimandare ma metti in conto di lasciare qualcosina per la tua formazione, consideralo un investimento che ti ritornerà. Io inserisco nel mio business plan 2-3 skills che vorrei migliorare nel corso dell'anno e con calma valuto e scelgo i percorsi di formazione che mi interessano.


Aprire la p.iva come social media manager

Quando sai che quella è la tua strada nessuno può fermarti e magari hai già trovato anche i primi clienti tra amiche e conoscenti a cui offrire il tuo aiuto, ti manca solo la partita iva. In Italia è possibile lavorare anche senza rispettando alcuni requisiti ma se vuoi lavorare nel mondo digitale come minimo ti servirà un sito web e se vuoi promuovere i tuoi servizi nel tuo sito è necessaria la p.iva. Per risolvere ogni dubbio con dei professionisti mi sono affidata al portale online Fiscozen, la prima consulenza con recap scritto che ti arriva via mail per aver un quadro chiaro della tua situazione è gratuita, poi decidi se proseguire e avviare il tuo biz. Io sono rimasta con Fiscozen che si occupa di tutte le noiose questioni fiscali per me, per 200Euro + iva all'anno. Questi sono i costi del commercialista per capirci, ci sono poi tasse e contributi. Non scendo nei dettagli perché non è la mia materia e perché una consulenza con dei professionisti è la cosa migliore (e gratuita con Fiscozen) ma ti può interessare sapere che in sostanza con il regime forfettario come libera professionista paghi solo sul fatturato, non ci sono costi fissi.


Social media manager: strumenti di lavoro

Quali sono gli attrezzi del mestiere social media manager? Quando ho iniziato avevo già pc e wifi in casa e uno smartphone ma se i tuoi sono molto datati potresti pensare di investire in qualcosa di più performante.

Se sei una fan del Macbook ma il tuo budget non è altissimo puoi cercare tra i ricondizionati con garanzia e sai che Amazon adesso offre anche opzioni di pagamento rateizzato?

Io ho ancora uno smartphone nuovo e super figo ma Android quest'anno è in costante ritardo nel recepire alcune novità importanti di Pinterest perciò ho già inserito nella mia whishlist un iPhone di fascia media.

Ci sono altre piccole spese che ho affrontato strada facendo per migliorare l'ambiente di lavoro, cosa che ti consiglio soprattutto se lavori da casa, tra cui sedute, porta oggetti, cancelleria varia ma ciò che ti consiglio di avere fin da subito è una lampada ring light.

Una ring light per girare storie e video senza 2 metri di occhiaie: questa per iniziare va benissimo e non ti prosciuga il conto, io ne ho una così da un anno e credo sarà con me ancora per un bel po'...


Abbonamenti e app per social media manager

La social media manager come la Pinterest VA deve spesso servirsi di strumenti a pagamento per la gestione di più profili social in contemporanea che semplificano il lavoro, nel caso di Pinterest per esempio sarà utile un abbonamento a Tailwind per programmare strategicamente i pin e magari anche di usare alcune funzioni di Canva disponibili solo per gli account Pro. Le app di questo tipo sono moltissime e possono farti davvero comodo nell'organizzazione del lavoro, non per forza di tutte avrai bisogno della versione a pagamento ma in generale metti in conto un paio di abbonamenti che si aggirano sui 10-15 Euro al mese circa.

Se sei social media manager è facile che sappia come promuoverti bene sui tuoi profili social ma un sito web è sicuramente un ottimo strumento professionale di cui non ti pentirai. Quindi metti in conto almeno una spesa che varia tra i 10 e i 15euro mensili per l'acquisto del tuo dominio.

Infine fa parte delle spese mensili anche il costo del wifi e della corrente elettrica di casa tua o dell'ingresso al Coworking. Se non vivi una città che offre questo tipo di postazioni lavoro attrezzate puoi usare in alternativa la biblioteca (luce, wifi e scrivania tutto free e incluso), escluso quando avrai bisogno di fare delle call o registrare dei video.


Quindi riassumendo i costi iniziali per diventare social media manager freelancer: inizia a fare il bilancio delle tue conoscenze e a valutare la formazione necessaria in materia di social media marketing, consulta il commercialista per inquadrare la tua situazione fiscale, assicurati almeno smartphone + un buon pc e wifi, considera un paio di app e abbonamenti per facilitare e velocizzare il tuo lavoro.








308 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti