365 idee per i tuoi contenuti social media, Pinterest e blog

Aggiornamento: 26 gen

Come trovare ogni giorno nuove idee per i tuoi post Instagram, reels, pin di Pinterest, blog post e tutti i contenuti social su cui hai un profilo?

In questo articolo riassumo il metodo che ho ideato in occasione della challenge pratica Fuori le idee! , puoi seguire i tre step che ti illustro di seguito per iniziare subito a trovare ispirazione e idee per i tuoi contenuti digital.






Siediti comoda, vai a prendere un caffè o un aperitivo da sola e inizia a praticare quello che io chiamo "brainstorming con me stessa". Io mi trovo bene al sole con in sottofondo rumore di onde del mare e tazzine da caffè ma va benissimo qualsiasi altra situazione ti metta a tuo agio e in modalità concentrata.

Cosa devi fare in questa fase?

Per arrivare a trovare fuori le idee per i tuoi contenuti di tutto l'anno c'è bisogno di

fare chiarezza e assicurarti che tutto sia in linea con il tuo brand.

Cioè è necessario stilare una lista di macro argomenti funzionali al tuo brand di cui vuoi parlare nei tuoi contenuti.Con contenuti intendo tutto ciò che pubblichi online: post del blog, post, reels, storie Instagram, pin su Pinterest, video su YouTube, live su Facebook ecc...


Fai così:prendi un bel foglio e tante penne colorate oppure un nuovo file Word e dividilo in quattro colonne

colonna 1: YOU, ovvero tuo personal brand, ovvero i macro temi che già tratti sui tuoi canali online, ciò che caratterizza il tuo brand e ti distingue dai competitor, tutto ciò che riguarda il tuo lavoro ma anche ciò che riguarda te e fa sì che il tuo lavoro sia unico...I tuoi interessi, passioni, tratti caratteriali...può essere qualsiasi cosa ti riguardi e che tu consideri un ingrediente senza cui il tuo brand non esisterebbe e che vuoi trasmettere ai potenziali clienti.

colonna 2: PINTEREST TRENDS dell'anno, ovvero le previsioni di trend 2022 per una grande varietà di settori che Pinterest ogni anno stila, azzeccandone in medi 8 su 10 e c'è da fidarsi, confermo! Puoi individuare tra la lista di Pinterest il tuo settore e/o se la tua nicchia nuda e cruda non è nell'elenco, seleziona dal report Pinterest Predicts argomenti di tuo interesse o che riguardano il tuo personal brand e che magari possano essere di interesse anche per il tuo target

Dove trovi il report Pinterest Predicts 2022? In un PDF che ho inviato sul mio canale Telegram, iscriviti gratuitamente e recuperalo subito!

Prima di passare al punto successivo, doveroso disclaimer:

non sto promuovendo i trend Pinterest perché mi conviene o perché qualcuno mi paga per farlo, ma perché sono report che si basano non solo sui dati interno della piattaforma e quindi sulle ricerche che gli utenti fanno su Pinterest ma anche su altre piattaforme social e sul monitoraggio del mercato di riferimento (i trend annuali sono globali, quelli mensili specifici della realtà italiana.)

colonna 3: PINTEREST TRENDS del mese, ovvero i trend specifici rilevati ogni mese, per adesso dobbiamo attenerci a quelli di gennaio ma potrai aggiornare la colonna con i trend dei prossimi mesi. Fai lo stesso lavoro di selezione di cui sopra.

Trovi un PDF con i trend del mese corrente sempre sul canale Telegram Social Media Bla Bla.

colonna 4: NEWS? C'è qualcosa che vorresti aggiungere? La percezione che le persone hanno del tuo brand corrisponde a ciò che vuoi trasmettere o credi siano necessarie modifiche?

O magari il tuo brand è in evoluzione? Pensaci e inserisci aggiunte, modifiche, idee in questa colonna, sempre in termini di argomenti da trattare sui tuoi canali.

Bene, adesso inizia a compilare le colonne con tutto ciò che decidi di selezionare.

Fase 2: raccogliere le idee e organizzare

Ok, è il momento di declinare nello specifico i macro temi che hai inserito nel tuo file/foglio di lavoro in argomenti specifici che prenderanno durante l'anno la forma di contenuto per i tuoi canali online.

Cosa devi fare in pratica:

Crea una nuova cartella sul pc, o di nuovo prendi un bel foglio bianco, anche se in questa fase la cartella potrebbe essere più comoda, vedrai tra poco perché. Ti presento: the content bucket, ovvero la cartella appena creata sarà il tuo secchiello in cui raccogliere tutti gli spunti che ti offrono argomenti concreti di cui parlare nei tuoi vari contenuti. Passami l'espressione content bucket, la prendo in prestito da una grande marketer americana e ti spiego subito cosa intendo nel nostro caso.

In altre parole puoi considerare il tuo bucket un po' la lista di qualsiasi cosa tu abbia voglia, pensi di voler parlare in futuro sui tuoi canali.

Cosa salvare nel content bucket:

- articoli che leggi sul web (puoi usare un foglio Word in cui copi i link di vari articoli oppure sai che puoi pinnare direttamente su Pinterest qualsiasi cosa dal web? Ti basta installare il Pinterest browser button sul tuo browser. Una volta installato ti apparirà in alto a destra sulla barra del browser un piccolo pulsante con l'icona di Pinterest, cliccandoci sopra potrai creare un pin che rimanderà all'url che stai visitando. I pin così creati ovviamente possono essere salvati in una bacheca segreta se non hai interesse a condividerli. PS non valgono come nuovi pin creati ma come salvataggi.)

Se parliamo di news di settore io per monitorarle senza rischiare di perdere notizie importanti di cui magari mi piacerebbe parlare subito finché sono fresche faccio due cose:


1. cerco argomento di mio interesse su Google e seleziono la scheda News > se non è una ultim'ora sensazionale di cui parlare subito, salvo nel bucket, altrimenti punto due qui sotto.

2. Uso l'app Feedly per non dover fare ricerca manuale tutti i giorni, prova a scaricarla, è gratuita e in sostanza raccoglie per te le news più importanti degli argomenti e fonti che selezioni tu, tutte in un unico posto, blog di settore compresi:) La mattina a colazione con un click apro Feedly e vedo subito se ci sono news sensazionali. Adoro!

- screenshot e foto di articoli che leggi su carta, pubblicità che vedi per strada, arte, menu di ristoranti, veramente qualsiasi cosa a prima vista di faccia suonare un campanellino in testa che ti dice che potresti trasformare quello che stai vedendo in contenuto

Hai mai sentito parlare della malattia del content creator? Ha la tendenza a trasformare ogni minimo pensiero in un contenuto:) Ecco non dico che devi diventare così ma quasi:)

- contenuti dei competitor e qui può non essere facilissimo districarsi tra ciò che davvero puoi fare anche tu e si adatta al tuo business e al tuo personal brand e ciò che invece risulterebbe solo una scialba copia quindi ti consiglio di procedere come sto per dirti.

Se sei molto su Instagram sicuramente ti capiterà di salvare i post di qualche competitor che ti ispirano, i reels che vorresti riproporre, i caroselli che vuoi rileggere con calma... E immagino anche che a furia di fare salvataggi non si capisca più niente nella tua sezione salvataggi, sbaglio? La mia di sicuro è una giungla!

Quindi per fare ordine e per concretizzare meglio la creazione di tuoi nuovi contenuti, una volta al mese (o fissa tu un periodo consono) entra nei tuoi salvataggi Instagram e per ogni post di competitor o comunque contenuti che hai salvato per prendere ispirazione, scrivi e salva nel tuo content bucket una parola chiave che descrive quel contenuto: può essere legata all'argomento del post oppure al modo in cui è stato proposto. Se vuoi nel file in cui scriverai le parole chiave puoi anche aggiungere il link al post per rivederlo.

Il monitoraggio dei competitor si può fare anche su Pinterest ovviamente: comincia con una bacheca segreta in cui salvi qualsiasi pin di profili della tua nicchia ti ispiri e successivamente procedi come sopra.

Puoi anche lasciare i salvataggi su Instagram e i pin su Pinterest ma alla lunga potresti avere davvero troppo materiale ed evitare anche solo di entrare in quelle cartelle per non spaventarti. Avere tutto nella content bucket se lavoriamo sul lungo periodo, stiamo parlando di contenuti per tutto l'anno, semplifica e aiuta.

Il content bucket avrai capito che va aggiornato periodicamente durante l'anno. Sicuramente puoi a grandi linee delineare in anticipo una bozza di calendario editoriale per tutto l'anno ma è importante intercettare anche news e trend al momento giusto e quindi aggiornare la nostra super cartella ogni volta che qualcosa ci salta all'occhio.


Fase 3: come tradurre le idee in contenuti

Siamo giunte al momento di agire e rendere concrete tutte le idee raccolte con il brainstorming prima e nel content bucket poi.

Come?

Ho deciso di condividere con voi la road map che ho creato nel tempo e che seguo anche io per capire in concreto che tipo di contenuto posso realizzare a partire da idee e pensieri sparsi, cose che ho visto in giro ecc...

Facilissimo: ti basta rispondere alle seguenti domande.

Dei contenuti di ispirazione che hai salvato nel content bucket

che cosa ti ha colpito?

Il format?

Il messaggio?

L'argomento specifico?

Lo stile estetico?

Il linguaggio della comunicazione?

Elementi utilizzati (es. musica, grafica, colori...)?

Una volta individuati gli elementi importanti per te chiediti:


Cosa puoi effettivamente replicare sui tuoi canali? Ovvero hai a disposizione tempo, risorse, competenze, tecnologia per ricreare ciò che hai visto?

Come farlo senza copiare?

Per esempio: puoi usare lo stesso format adattandolo alla tua nicchia?

Oppure, se si tratta del contenuto di un competitor: puoi trattare lo stesso argomento personalizzandolo con il tuo stile e adattandolo a ciò che è più utile per il tuo pubblico?

Le idee salvata possono essere associate al tuo personal brand e agli argomenti che tratti sui tuoi canali? Puoi inserirle introducendo una novità coerente con il brand o con la sua evoluzione?

Oltre ad argomenti e spunti salvati nel content bucket per organizzare il tuo piano editoriale è importante che tenga sempre davanti a te anche:

- lanci di nuovi prodotti o servizi che hai già previsto durante l'anno (non per forza la data precisa ma almeno il mese/stagione in cui li hai previsti)

- promozioni, saldi, sconti per il tuo compleanno e qualsiasi tipo di promo prevista durante l'anno

in modo che le idee content si adattino e ti aiutino a portare l'attenzione verso questi momenti particolari per il tuo business.


Con questa challenge spero di averti dato spunti utili e che tu possa apprezzarne a pieno il valore, ti è stata offerta gratuitamente perché amo lavorare e stimolare la mia community ma gratuito non significa di poco conto. Rileggi tutto con calma anche nelle prossime settimane/mesi sono certa che ritroverai ulteriori idee.

Non amo le ricette prestabilite e i diktat dei guru perciò non voglio dire che il mio metodo sia universalmente il migliore né che tutte dovremmo sfruttare i trend Pinterest. Questa è solo un'idea di partenza con spunti pratici che puoi seguire in toto, fare tuoi, personalizzare, selezionare e adattare a te e al tuo biz!

Infine con l'allenamento ti verrà naturale selezionare le idee e metterle in forma di contenuto e sentire anche quella libertà da freelancer o imprenditrice di introdurre nuove idee, uscire dai propri stessi schemi e far evolvere i tuoi contenuti con te.

Se hai bisogno di capire come funziona davvero Pinterest per aziende e come sfruttare al meglio trend e dati analitici dai un'occhiata ai miei webinar o prenota una consulenza.



411 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti